RIFIUTI: produrne meno, gestirli meglio

 

Un presìdio di cittadini attivi in lotta contro la… “monnezza”!

Monteverde Attiva sta organizzando una serie di “presìdi” in prossimità di cassonetti per la raccolta dei rifiuti che versano abitualmente in condizioni di estrema criticità. Per rimarcare l’inaccettabilità di tali situazioni nei confronti dei cittadini si è deciso di attivare presenze periodiche in prossimità di tali luoghi effettuando operazioni di sensibilizzazione, educazione, comunicazione ma anche di protesta in accoppiata con piccole dimostrazioni di cleaning. Tali presìdi, svolti ad intervalli regolari, rappresentano momenti di partecipazione attiva, che coinvolgono la cittadinanza e offrono uno stimolo al miglioramento del territorio.

Il secondo presìdio ci sarà giovedì 5 dicembre dalle ore 10 alle 12 in Largo Eufrasia Pellettier

all’angolo tra il Mercato Rionale dietro Piazza Scotti e Via de Calvi

Monteverde Attiva organizza un altro presidio per supportare i cittadini del quartiere nella lotta al degrado e mantenere alta l’attenzione degli organi competenti sul problema dei rifiuti. Potremo approfondire il tema, ascoltare consigli e condividere esperienze e suggerimenti. SENSIBILIZZIAMO i nostri vicini! CREIAMO un gruppo coeso e collaborativo di cittadini attivi! CERCHIAMO  di cambiare le cose PARTECIPANDO!

______________________________________________________________________________________________________

Il primo presìdio in Via del Forte Bravettapresso le postazioni dei cassonetti sabato 16 novembre.

Le condizioni meteo – dopo giorni di pioggia incessante –hanno offerto una tregua e ci hanno permesso di effettuare le attività senza problemi. Iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento dei cittadini alla pulizia ed al decoro presso i cassonetti vanno necessariamente condotte appena dopo aver effettuato una pulizia profonda del sito perché è solo mostrando condizioni di normalità e di appropriatezza dei luoghi che si può diffondere un messaggio di attenzione e cura a mantenere le condizioni ottimali il più a lungo possibile nel tempo. Tali condizioni – anche se proprio “all’ultimo  momento” – sono state assicurate dagli operatori AMA ed i volontari hanno iniziato ad allestire il “presidio”: tavolini, poster, materiale informativo e… un microfono, per parlare con i passanti, gli utenti, gli abitanti del quartiere e chiamarli alla partecipazione.

Da molti abbiamo raccolto cenni di frustrazione e sfiducia ma anche plauso per ciò che MA ha mostrato di voler fare. Molti i suggerimenti e le raccomandazioni di MA su come e dove collocare le buste con l’immondizia, prima tra tutti quello di non lasciarle a terra (nemmeno trovando i cassonetti pieni) per evitare inquinamenti vari e il peggioramento ulteriore delle condizioni igieniche. Alcuni infatti hanno segnalato, insieme alle difficoltà causate dall’immondizia sparsa per strada, anche le pessime condizioni dell’asfalto, privo di interventi manutentivi ed a tratti, decisamente pericoloso. Particolarmente interessante l’appello dei nuovi gestori del vicino circolo sportivo, che apprezzando quanto fatto da Monteverde Attiva, hanno sottolineato quanto una attività che propugna il benessere fisico e psichico, la salute ed il relax non possa prescindere dall’immagine che il luogo deve offrire a chi ci si reca: amenità e gradevolezza di un paesaggio bello ed attraente, che deve invogliare le famiglie a trascorrervi le ore più sane e liete. Giusto, anche se in tal modo così dovrebbe essere considerato non solo il circolo sportivo ma…tutto il quartiere!

Nel contempo alcuni soci, muniti degli attrezzi consegnati da AMA, hanno effettuato lo spazzamento sia attorno ai 3 siti dedicati ai cassonetti che lungo tutto il marciapiede che li collega. Lascia davvero colpiti la quantità di scarti di ogni tipo che si insinua sotto i secchioni e si sparge dovunque: imballaggi, materiali vari, soprattutto la “immortale” plastica, dalle dimensioni, forma, colore e primo utilizzo di varia tipologia. Una volta lasciata a terra, questa entra a far parte del nostro ecosistema che non riuscendo a metabolizzarla, la disperde in micro-particelle e ce la restituisce lungo i canali della alimentazione e della respirazione.

E’ questo che dobbiamo evitare, prevenendo quanto possibile la stessa generazione di rifiuti e comunque, una volta creati, gestendoli in modo tale da veicolarli lungo il percorso più congruo e salutare: il riciclo. E’ questo che abbiamo ribadito ai cittadini, che sembrano capire un fatto fondamentale ossia che non è una questione secondaria o solamente “estetica” ma qualcosa di più importante e profondo: il destino della nostra società, la sostenibilità della nostra vita.

______________________________________________________________________________________________

Ricordiamo che Monteverde Attiva , che si occupa di decoro, tutela ambientale e cura del verde urbano svolgendo attività di pulizia e piantumazione di alberi, ha già organizzato campagne di sensibilizzazione tra i cittadini del quartiere sulle tematiche del riciclo e della riduzione dei rifiuti:

  • Interventi presso le classi elementari della Scuola Oberdan sul tema del riciclo dei materiali da imballaggio e della raccolta differenziata
  • Nel 2018 Clean-up di alcune strade del quartiere e la Festa “Arriva l’estate”, incentrata sulle problematiche legate al riciclo e/o riuso dei materiali.
  • Nel 2019 la Festa Arriva l’estate , dedicando una giornata sul tema del “FUTURO“.

Un tema caldo che sta diventando sempre più urgente, soprattutto per le nuove generazioni, quello di salvare il nostro pianeta attraverso piccoli gesti quotidiani. Noi siamo gli attori principali nell’impegno per la salvaguardia dell’ambiente affinché il nostro pianeta abbia una chance!

Per ciò ci siamo domandati: “Cosa possiamo fare noi nel nostro piccolo per garantire il futuro dei nostri figli?” Per questo abbiamo lanciato la campagna delle 7 regole d’oro che promuove la lotta alla plastica e per quanto possibile, la necessità del riciclo come stile di vita da acquisire nel nostro quotidiano.

Inoltre sono state stilate 20 piccole azioni “responsabili” che ognuno di noi può compiere ogni giorno, promuovendo una riduzione dei rifiuti, in particolare della plastica, e la necessità del riciclo come stile di vita da acquisire nei nostri comportamenti.

L’Associazione ha attivato già da mesi un gruppo di lavoro sui Rifiuti che si riunisce ogni settimana per raccogliere informazioni sul tema, trovare piccole soluzioni, riflettere sul sistema della raccolta, proporre azioni per sensibilizzare a comportamenti più civili i nostri concittadini e nello stesso tempo fare da stimolo alle istituzioni affinché adottino misure più efficaci per la risoluzione del grande problema di Roma: la “Monnezza”. Piccoli atti che possono, in sinergia con le altre associazioni e comitati della città, spingere le istituzioni a praticare soluzioni in tempi brevi.

Per essere aggiornato sulle attività di Monteverde Attiva seguici su Facebook