Aggiornamento Progetto di riqualificazione del Giardino di via Tarra

3 luglio 2019

Monteverde Attiva NON ha ancora ricevuto il contributo previsto dal Progetto presentato alla Regione Lazio. Appena ricevuti i fondi provvederemo ad informare i cittadini e ad iniziare i lavori previsti.

resoconto riunione 15 maggio 2019 con la Commissione Dipartimento tutela ambientale

———————————————————————————————

20 marzo 2019
Con prot QL 21113 del 20 marzo 2019 ci è stato comunicato dalla Regione Lazio l’ammissibilità del nostro progetto di riqualificazione del giardino di via Tarra agli incentivi previsti per la manutenzione di aree verdi da parte dei cittadini. A breve i lavori!


PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI E ATTIVITÀ DI MANUTENZIONE

marzo 2018

Monteverde Attiva ha presentato un progetto di riqualificazione del giardino di Via Giulio Tarra nell’ambito del bando della Regione Lazio per la gestione e manutenzione di aree verdi (deliberazione 12 dicembre 2017 n. 850) da parte dei cittadini e dello schema di convenzione tipo per l’affidamento in gestione delle aree verdi, ai sensi dell’articolo 16 della legge regionale 14 agosto 2017, n. 9, concernente: “Incentivi per la manutenzione di aree verdi da parte dei cittadini”.

Il bando si rivolge ai comitati di quartiere riconosciuti dal comune e alle associazioni senza fini di lucro costituite da cittadini, che si occupano della manutenzione delle aree riservate al verde pubblico urbano.

I soci di Monteverde Attiva sono partiti  dall’analisi  del progetto originale del giardino, dalla descrizione del suo stato attuale per proporre un progetto che riqualifichi l’area della piazza sita nella parte Est come spazio aperto e d’incontro e l’area Ovest come giardino a terrazzamenti fruibili nei diversi livelli.

L’ area si estende tra due strade quasi parallele, via Tarra e via Battistini, che corrono tangenti ai suoi lati corti con un dislivello di circa 10 metri. Il giardino ha un’area stimata di circa 4850 mq, nella zona verso via Tarra ospita giochi per i bambini piuttosto degradati o abbandonati con panchine molto rovinate. I prati posti essenzialmente nella parte alta (lato ad est su via Tarra) e in quella bassa (lato via Battistini) sono molto degradati e nei mesi estivi sono praticamente privi della cotica erbosa, determinando così una spiccata erosione del suolo.

Il progetto di Monteverde Attiva, finalizzato alla valorizzazione dell’area verde del parco e della sua area funzionale, descrive puntualmente le attività e gli interventi nelle due aree identificate:

Il verde dell’area/ parte Ovest – Le  terrazze, e l’area funzionale parte Est – Il Tempio.

Nella prima area si sono suggeriti i seguenti interventi:

  • ricostituzione di un manto erboso particolarmente adatto a coprire suoli erosi e che non necessita di un’irrigazione costante;
  • ripristino dei 3 pruni venuti a mancare rispetto al progetto originario;
  • piantumazione di arbusti lungo le scarpate;
  • sistemazione della parte muraria del terrazzamento e pulizia dei muri in travertino sull’ingresso di via Battistini;
  • una serie di interventi di manutenzione del verde.

La seconda area invece è stata caratterizzata come spazio polifunzionale, come luogo d’incontro e aggregazione, dove svolgere attività culturali e ludiche, corsi, dibattiti, piccole rappresentazioni, mostre, proiezioni, laboratori per bambini e ragazzi. Sono state quindi avanzate le seguenti proposte:

  • realizzazione di un pergolato nei pressi delle aree di sosta e dei giochi per bambini, con copertura mediante piante rampicanti;
  • messa in opera di due panchine, in legno e ghisa, vicino all’area ludica;
  • disposizione di 5 cestini porta rifiuti;
  • partnership con altre associazioni come Il Flauto magico, Officinarte e Perfareungioco.

3 thoughts on “Aggiornamento Progetto di riqualificazione del Giardino di via Tarra

  1. Ciao a tutti , propongo anche un adeguata illuminazione del parco pro g tarra ove una volta vi era L area giochi per bambini ,Gz per L attenzione

  2. Buongiorno,
    guardando il disegno noto un paio di accorgimenti: le prime tre scale, che da via Battistini salgono, terminano negli spazi previsti a prato. Sarebbe opportuno evitarlo per non creare il solito solco sterrato dove l’erba non crescerà mai. Meglio prevedere un passaggio su pavimentazione o un passaggio con pietre poggiate a secco e fugate in erba. C’è una macroterma che farebbe al caso: la Zoysia tenuifolia (https://www.guidagiardino.com/zoysia-tenuifolia-il-manto-erboso-che-non-necessita-manutenzione/), altamente resistente alla siccità. E’ una strisciante che colonizza l’area e contrasta la vegetazione spontanea (malerbe). Se non tagliata, crea dei bei cuscini tondeggianti ed è comunque calpestabile. In alternativa, si può pensare alla Lippia nodiflora (https://www.botanicaldrygarden.com/shop/prato-di-lippia-nodiflora-x-8-mq-di-superficie/) zero manutenzione e, se piantata in autunno, è in grado di affrontare le estati successive senza irrigazione (forse va aiutata un po’ solo il primo anno). Per la parte arbustiva, mi permetto di suggerire: Cistus x ralletii, Agapanthus, Achillea, Perovskia atriplicifolia ‘Little Spire’, Erigeron karviskianus, graminacee (pennisetum ‘Hameln’, Stipa, Calamagrasotis, Festuca, ecc), tutti arbusti che si accontentano delle precipitazioni. L’analisi del terreno agevolerebbe la scelta degli arbusti, ma diciamo che quelli suindicati si adattano bene purchè si ammendi e lavori il terreno con un po’ di sabbia di fiume aggiunta. Importante pure rispettare gli spazi tra le piante in modo da non avere le ‘foreste’ indomabili dopo due o tre anni dall’impianto. Mi scuso per l’intromissione, ma continuo a vedere lavori fatti male, piante ammassate e ne basterebbero la metà, scelte vegetali che ricadono sempre sui soliti ciclamini ed allori. Quel giardino potrebbe essere una bella sfida estetica ispirandosi ai lavori di Piet Oudolf, di cui suggerisco una ricerca online per immagini. Vi ringrazio per l’attenzione e spero di non essere stato oltraggioso. Buon lavoro

    1. Grazie per gli utili consigli. Quando potremo iniziare i lavori valuteremo se poterli mettere in pratica.
      Cque veramente la ringraziamo per la sua partecipazione ‘attiva’
      Stefania

Rispondi a Monteverde Attiva Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *