Resoconto Assemblea Plenaria 2019

L’assemblea plenaria per l’approvazione del bilancio consuntivo 2018 e la presentazione delle attività 2019 si è svolta il 9 marzo 2019 a partire dalle ore 18 presso il teatro “La fonte di Castalia” di Roma, in via di Monteverde, con 41 soci che hanno partecipato in presenza e 51 che hanno partecipato per delega.

La presidente Stefania Segarelli ha introdotto i lavori, sottolineando la continua crescita dell’associazione dalla sua fondazione: i 35 iscritti nel 2015 sono diventati nel 2019 ben 296. L’associazione è cresciuta non solo in termini numerici, ma anche di riconoscimento sul territorio, di penetrazione nel quartiere, di maggiore forza nel presentare richieste alle Istituzioni. La nostra città sta vivendo un momento molto difficile, e anche l’associazione sente la fatica di affrontare questo periodo storico incerto e complicato.

Riguardando all’anno concluso, si può notare che nel 2018 sono state fatte molte azioni, in tutti i principali campi di attività dell’associazione:

Tra i progetti per il 2019, molto interessante è l’iscrizione di Monteverde Attiva nelle liste nazionali delle Associazioni. L’inserimento in tale lista permetterà infatti di ricevere il 5 x 1000 dai soci che vorranno contribuire alla maggiore capacità finanziaria dell’associazione (vedi nella sezione Sostienici come partecipare o associarti a Monteverde Attiva).

Il 2019 vede anche un avvicendamento alla direzione dell’associazione, con Giorgio Russomanno che viene eletto nuovo Presidente, in quanto Stefania Segarelli ha concluso un triennio di presidenza. Le cariche sociali per il 2019 sono: presidente Giorgio Russomanno, vicepresidente Stefania Segarelli, segretario Chiara Montaldo, tesoriere Cecilia Giorgi, Consiglio direttivo composto da Anna Maria Galizia, Adriana Labella, Alessandra Scarabino, Giuliana Zagra.

Il nuovo Presidente, in un discorso lucido e appassionato, ha presentato le sue proposte per la prosecuzione delle attività durante il suo mandato. I filoni di attività si possono raggruppare in quattro categorie:

  • Cura del verde contro degrado e abbandono;
  • Sostenibilità contro il caos;
  • Solidarietà contro solitudine ed emarginazione;
  • Cultura e consapevolezza contro ignoranza e prevaricazione.

C’è bisogno di crescere aumentando le capacità dell’associazione:

  • Capacità di aggregazione: diventare più numerosi, più coesi, più interconnessi;
  • Capacità di mobilitazione: rappresentare meglio il territorio, comunicare meglio, partecipare al dibattito politico;
  • Capacità di analisi e di elaborazione: conoscere meglio le esigenze dei cittadini, le criticità locali, formulare proposte tecniche convincenti o contrastare scelte inaccettabili;
  • Capacità di proposta: per essere ascoltati e sollecitati a offrire un parere.

Al termine dell’assemblea, un gradito momento di festa ha riunito i soci presenti in un buffet conviviale, in cui i tanti bravi “cuochi” dell’associazione hanno condiviso deliziose ricette, salate e dolci, realizzate da loro, accompagnate da buon vino e da tante allegre conversazioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *