Junior Street Art – aa ss 2015/16

Video: https://www.youtube.com/watch?v=dwRPnqgsvIg

Alla festa conclusiva di Junior street art che si terrà il 31 maggio dalle ore 9.30 alle 12.30 alla Scuola De Andrè con ingresso in via Ozanam,  saranno presenti i bambini di 5 scuole con le classi che hanno partecipato al progetto: le primarie di Cesana, Franceschi, Lola di Stefano, Oberdan e la scuola secondaria di 1° De Andrè.
murales2Presenteranno e scambieranno IDEE, RIFLESSIONI E ESPERIENZE con l’aiuto degli insegnanti, degli artisti e degli operatori che li hanno seguiti in questa lunga avventura.
Sono invitati anche i genitori!!!

L’Associazione culturale Monteverde Attiva, in collaborazione con gli I.C. di via Fabiola e via Crivelli ha ricevuto per il progetto Junior street art il sostegno e il patrocinio del Municipio XII, sponsorizzato dalle Società NU s.n.c. e Sana Impresa Servizi s.r.l.

 

IMG_4386Il progetto iniziato ad ottobre, ha previsto tavoli-laboratorio sulle tecniche artistiche e lezioni di storia dell’arte, in particolare sulla nascita della Street Art, quel movimento artistico che partendo dalla Pop Art tanto si è diffuso nelle grandi capitali europee e di oltre Oceano. Nelle scuole che hanno partecipato con 22 classi e circa 600 alunni, si sono dedicate lezioni anche al fenomeno del grafitismo e alle conseguenze degli atti vandalici, richiamando la norma del Codice Penale che all’articolo 639 commina pene per chi deturpa e imbratta le cose altrui, e pene molto pesanti per chi è recidivo e/o vandalizza beni del patrimonio monumentale cittadino.

I muri utilizzati per riprodurre i bozzetti elaborati dalle scuole sono stati dichiarati ‘liberi’ con un atto di delibera del Municipio XII, dopo un lungo iter autorizzativo dei vari uffici competenti (compresa la Sovraintendenza per il muro della Scuola Franceschi) e dopo aver presentato i bozzetti e le relative schede tecniche della posa in opera.

picDSCF7584(1)La scuola G. Franceschi ha stimolato i propri allievi a rintracciare negli archivi le vicende della grande storia, le storie personali di intellettuali e quelle degli abitanti del quartiere, saldamente legate alla biografia di questo edificio. Recita la loro relazione al progetto “La Franceschi, nata nella prima metà del “900” come scuola di borgata, ne conserva ancora oggi le caratteristiche di “sobborgo popolare”. Dunque chi sono le facce che formano il popolo di via Donna Olimpia? E quelle che hanno abitato la scuola? Generazioni all’interno delle stesse famiglie vi si sono succedute, nonni, genitori e nipoti hanno frequentato gli stessi banchi e le stesse aule. Questa scuola ha molto da raccontare attraverso le parole dei suoi protagonisti”. Da qui il progetto “VI RACCONTIAMO” seguito da Sonia Cipollari.
street art 275La scuola Oberdan ha liberato la fantasia degli alunni su “La città che vorrei”, con rappresentazioni di grandi biciclette, tramonti e cieli stellati, il MITO, il Bosco, il bambino-internet-TV, aiutati da Giuseppe Giorgi. Avendo OSSERVATO nella città e nel quartiere ciò che di negativo si può evitare e IMMAGINATO invece ciò che sarebbe bello non solo ‘sognare’ ma ‘COSTRUIRE’.
lolaGli alunni della scuola Lola di Stefano hanno DIPINTO, con Andrea Gandini, nello spazio del suo cortile un grande bosco con animali, bambini, un grande prato verde pieno di fiori. Durante i tavoli laboratorio hanno disegnato alberi fantasiosi, fiori di mille colori, animali immaginari il tutto da far confluire nel murales della scuola.

 

12963841_1601264786860206_8893739879066800367_nI ragazzi della scuola De André hanno disegnato e costruito, con l’insegnamento di Andrea Biavati,   origami, li hanno messi in scala, li hanno trasferiti sul muro con tecniche particolari, facendo emergere le bianchissime forme, quasi per incanto, da un muro devastato da scritte, muschi, muffe. Grande pazienza e impegno che vanno premiati!

indexAlla scuola Cesana, gli alunni stimolati dalle lezioni sulla street art si sono lanciati in fantasiosi bozzetti per circa un mese. Poi con l’aiuto degli operatori di Officinarte hanno messo insieme il cumulo di idee e fantasie e hanno fatto volare LA CONOSCENZA  dalla testa di un bambino ad un cuore grande, rosso, palpitante.

2 thoughts on “Junior Street Art – aa ss 2015/16

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *